L'INNOVAZIONE NELLA COSMESI: L'ACIDO ELLAGICO

Iniziamo introducendo un problema molto fastidioso che colpisce tantissime donne e uomini, un problema che ha a che fare con la nostra immagine e ,che spesso, non riusciamo ad evitare o a sottovalutare: le macchie della pelle, ma a cosa sono dovute?


La nostra pelle è un tessuto molto sensibile e continuamente soggetto ad innumerevoli ”traumi” tra i più importanti l’esposizione solare che è una delle prime cause di comparsa di macchie cutanee, aggiungiamo anche:

-Invecchiamento cutaneo;

-Epilazione troppo aggressiva, esatto avete proprio letto bene! Quante di voi si sono accorte di avere la “zona baffetto” troppo scura? Una epilazione troppo aggressiva o , esporsi al sole dopo l’epilazione, è la causa di questo problema che ci fa sembrare delle “donne baffute” per l’effetto ombra che si viene a creare;

-Condizioni ormonali particolari ;

-Patologie che spesso sono problematiche a carico di fegato, intestino e ghiandole surrenali.


Nel mondo della cosmesi sentiamo tanto parlare di cosmetici sbiancanti ma sempre chimici, sentiamo tanto parlare di acido glicolico, mandelico e chi più ne ha più ne metta, ma in pochissime avranno già sentito parlare di ACIDO ELLAGICO (famoso per la sua alta concentrazione nel melograno) che ben si sposa con il problema delle macchie cutanee.



Recenti ed importanti studi hanno scoperto infatti effetti clinici di questo acido nella depigmentazione della pelle. Si è concluso che l'acido ellagico ha un'azione sbiancante sulla pelle grazie al suo effetto inibitorio sul processo di sintesi della melanina (la sostanza che conferisce la pigmentazione alla pelle) e la proliferazione dei melanociti (cellule che producono melanina).

L’acido ellagico, infatti, agisce direttamente sull’enzima che produce la melanina e lo INIBISCE, lo ferma. Arrestando tale enzima non si produce melanina e quindi si estirpa direttamente la radice del problema.

Scoperto dal chimico Henri Braconnot nel 1831, l’acido ellagico fu studiato a partire dalla sua alta percentuale presente nella quercia e in ,particolar modo, nel melograno. La ricerca dell’acido ellagico (proprio perché trovato all’interno anche del melograno in alta concentrazione) nei propri cosmetici è il compromesso giusto per chi desidera rimanere fedele al mondo naturale riuscendo ad avere l’efficacia sbiancante e illuminante che di solito troviamo in altri cosmetici chimici. La natura ci riserva sempre tante novità e non finisce mai di sorprenderci. Care amiche fedeli al naturale, non avete bisogno di chissà quali cosmetici e di spendere chissà quali esorbitanti somme, il rimedio è proprio dietro l’angolo!

0 visualizzazioni